Il Giardino di Casa Cuseni

Località: Taormina(ME)
Estensione: 2 ettari

Casa Cuseni è la villa storica più importante di Taormina ed una delle più significative della Sicilia. Edificata alla fine del 1800 nella zona panoramica della città, la villa gode di uno straordinario panorama del golfo di Naxos, del monte Etna. La villa, nel corso degli anni ha avuto straordinari ospiti, tra cui Sir Brangwyn, Sir East, Sir Cecil Hunt, Greta Garbo, Tennesse Williams, D.H. Lawrence, Dahl, Bertrand Russell, Faulkner, e moltissimi altri.

La Villa è arredata con opere di Pablo Picasso, di Henry Moore, di Hugrel, Brangwyn, East, Kitson, Cagli e molti altri maestri del novecento. Straordinarie opere di ebanisteria siciliana e importanti collezioni archeologiche rendono unico l'arredo. Tutte le camere sono arredate con mobili autentici e molte con quadri originali di artisti famosi (Pablo Picasso, Kitson, Brangwyn).

La villa è avvolta nel verde del giardino storico più antico di Taormina, con 13 terrazze e sette fontane, con numerose specie botaniche rare.

Il Giardino Storico di Casa Cuseni è stato realizzato dal ricco mecenate britannico Robert Hawthorn Kitson, su disegni e suggestioni di Sir Frank Brangwyn, il primo decoratore di Louis Confort Tiffany, di Sir Alfred East, famoso in patria ed all’estero per avere la rara capacità di trattare il paesaggio con squisita poesia e di Sir Cecil Arthur Hunt, le cui rappresentazioni del paesaggio furono ammesse alle massime e più prestigiose Accademie Artistiche mondiali.

Tre pittori, i primi due Presidenti della Royal Society of British Artists e Accademici Reali, il terzo, Vice Presidente della Watercolour Society of British Artists, realizzarono a Taormina questo capolavoro di prospettive oggi considerato come uno dei massimi esempi in Europa di giardini realizzati in stile Art and Craft.

Il giardino Storico di Casa Cuseni venne realizzato utilizzando le prospettive ed il paesaggio, quasi come se fossero elementi decorativi, divenendo il potente vulcano Etna ed il Golfo di Naxos, un tutt’uno armonioso con la natura. Progettato con numerosissimi terrazzamenti, tredici, e numerose fontane, il giardino storico di Casa Cuseni presenta un allineamento geometrico di tutte le sette fontane con il camino centrale della casa, a ricordare che il fuoco e l’acqua per il greco Empedocle erano gli elementi dai quali originava la vita.

Sulla parte alta del giardino è stata costruita una piscina, la prima realizzata a Taormina, allineata al cratere centrale dell’Etna in una spettacolare simmetria romantica. Un pannello decorativo posto dietro la vasca, realizzato da Giacomo Balla spiega bene l’eruzione dell’Etna che si riflette nell’acqua della piscina, mentre i lapilli lavici che escono dal cratere diventano fiori stilizzati. Altri fiori futuristi, disegnati da Giacomo Balla decorano alcuni angoli del giardino superiore di Casa Cuseni mentre il ritratto di Don Roberto ( Robert Hawthorn Kitson), realizzato da Fortunato Depero decora un angolo del giardino inferiore, ricchissimo di complicate geometrie in una interpretazione esoterica, la pianta Cabala, che individua un percorso che l’illuminato deve seguire per giungere alla conoscenza.

Si tratta di un giardino inglese abroad, in terra siciliana, dove i mille fiori del giardino siciliano si mischiano alla cultura mitologica classica e all’esoterismo anglosassone di inizio novecento, con piante mediterranee e piante d’importazione africana, un luogo dello sguardo da dove mirare un panorama unico al mondo.